Una buona e l’altra no! Sandrino e Re Vittorio.

Bar Gelateria Sandrino Bari

Era cominciata come una ricerca del miglior pistacchio delle gelaterie di Bari, ha portato invece all’aumento del girovita.
Ma fino a che si tratta di esperienze e prodotti piacevoli… Ben venga!

E allora eccoci qui, a completare un piccolo podio della miglior gelateria di Bari, chiaramente del tutto arbitraria e non esaustiva.
Oggi un terzo posto e un’altra gelateria*. 

Le regole per l’apprezzamento o meno di una gelateria le conoscete: il gusto pistacchio. Se è buono sei una gelateria degna dell’Olimpo, se è bruttarello, arioso, poco salato… Non ci siamo proprio.

La menzione di onore di questo articolo va ad un bar aperto da pochi mesi in zona stazione. Probabilmente vi attirerà per l’allestimento e le grafiche davvero carine e ricercate in stile rustic-culinario: Sandrino.
In posti come questo il dubbio è sempre che le sensazioni dell’occhio possano distrarre quelle del palato, ma, dopo più passaggi ci sentiamo di dire che qui non è così.
I prodotti sono buoni: gelato, frutta, pasticceria o caffè che sia.
Se siete in zona fate un salto senza problemi, peccato solo per il risicatissimo spazio interno e la sensazione di essere… in vetrina… mentre si consuma. Lo trovate in via Crisanzio, poco prima dell’Ateneo.

Ah, ha la fontana di cioccolato fuso per riempire i coni di cialda (come per la gelateria Martinucci), ma di cioccolato BIANCO! Slurp!

Per dovere di cronaca ci tocca invece sconsigliare un posto che, vista zona strategica, e ricercatezza dell’identità grafica lasciava sperare in meglio. Si tratta della gelateria Re Vittorio, nella zona di passeggio di corso Vittorio Emanuele, poco prima di Bari Vecchia.
Non sappiamo perchè, ma il simpatico logo di Vittorio nell’insegna ci aveva ben disposto. Però  all’interno tutto, dall'(in)volontaria dimenticanza dello scontrino, all’espressione del personale e fino al pistacchio ha lasciato molto a desiderare.
Ci viene difficile capire come non sfruttare l’occasione di un bel locale in posizione ottima, rovinandola con prodotti non di altrettanto gusto**.

Chiudiamo quindi questo piccolo excursus sulle gelaterie baresi, così avete tutto Agosto per provarle…

Siiiii, tranquilli, lo sappiamo che ci sta Colino, che ci sta il Gelatiere… Ma… ce li possiamo prendere due tre giorni di vacanza? 🙂

*rimosso: da evitare come il gelato al gusto blatta.
**sostituisce: valore

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Una buona e l’altra no! Sandrino e Re Vittorio.

  1. dove avete maturato la vostra esperienza nel giudicare la qualità del gelato?Re Vittorio unica gelateria signora gelateria a bari dove vengono utilizzati prodotti di prima qualità!gelato artigianale preparato con latte fresco e frutta fresca!vengono utilizzati prodotti fabbri!ki non conosce la fabbri?e mi dispiace smentirvi ma il miglior gelato artigianale premio 2013 attribuito da luoghi di puglia va proprio a Re Vittorio!staffo molto cordiale e dispinibile con la presenza dei titolari!le altre sono solo gelaterie!

  2. vi invito a eliminare il vostro giudizio negativo su re vittorio e invito personalmente ad avere un dibattito dal vivo con il sottoscritto presso la gelateria. L articolo deve essere rimosso altrimenti seguirà denuncia di diffamazione.

  3. Salve sig. Donato, innanzitutto grazie per l’attenzione che sta rivolgendo al nostro blog.
    Come specificato nell’header, è questo un diario di esperienze personali e di carattere totalmente amatoriale vissute nella città di Bari.
    Come dimostrano le foto (che non mancano MAI nelle recensioni, proprio con l’obiettivo di legittimarle), l’esperienza riportata è stata realmente provata e, per le ragioni elencate, quel giorno è stata decisamente negativa. Il giudizio sul gusto, sottolineo, è puramente soggettivo, come nella natura del blog stesso.

    Certamente avremo modo di riprovare l’esperienza, in maniera anonima, e saremo felici di rettificare il giudizio qualora la stessa si riveli positiva. Aspetto che non lesiniamo di mettere in evidenza quando ciò accade, come gli altri articoli dimostrano.

    In chiusura ci permettiamo di consigliarle di prendere il nostro piccolo commento come uno stimolo a puntare al miglioramento continuo, invece che considerare le opinioni negative come un attacco infondato.

    Provvediamo a correggere e segnalare un paio di passaggi che potrebbero offendere la sensibilità di alcuni lettori, pur essendo in tono del tutto umoristico.

    Con l’occasione le facciamo i nostri migliori auguri per la sua attività e di buon lavoro.

  4. Pingback: HOP! Il cavallo birroso è ancora un po’ zoppo… | Bari Food Experience

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...